Home / Attività / Il Cipresso del Kashmir dell'Isola Madre

Quando alla fine di giugno 2006 una violenta tromba d'aria si abbattè sull'Isola Madre di Verbania, fu il disastro: centinaia di arbusti e alberi rari si schiantarono e tra questi il secolare Cipresso del Kasmir.  L'esemplare di Cupressus cashmeriana, noto non solo in Italia per la sua bellezza ed imponenza, giaceva con la magnifica chioma a terra e con le radici spezzate rivolte al cielo. Il giorno seguente il dott. Daniele Zanzi era sull'isola, interpellato sulla possibilità di recuperare l'esemplare.
L'impresa rappresentava una vera sfida: sollevare un albero di 25 ton e recuperarne, soprattutto, la vitalità! 
Lo staff di operatori impiegati nell'impresa contava decine di persone: chi impegnato nella disposizione di cavi e tiranti, chi nel fissaggio dei paranchi, chi nel ripristino del terreno circostante... Finalmente il cipresso venne issato, mostrando così tutte le sue ferite. I tree-climbers di Fito-Consult si sono subito arrampicati per eliminare porzioni di rami rotti e per mettere a punto il fissaggio delle corde. 
Cure specialistiche alla chioma e interventi ipogei aiuteranno il cipresso a recuperare quanto prima la attività vegetativa.  cipresso isola madre

Così appariva prima dell'uragano, la chioma del monumentale Cupressus cashmeriana dell'Isola Madre a Stresa VB.

La storia del salvataggio incredibile raccontata anche nella gallery fotografica e in un entusiasmante video nella sezione dedicata del nostro sito!

Monitoriamo costantemente il cipresso, e la vitalità negli anni è migliorata notevolmente